Il servizio
Immagine del contenuto
Vai a Shalom

Casa Shalom è una comunità di tipo residenziale che può accogliere sino ad un massimo di 6 minori di età compresa trai 3 ed i 18 anni.

Sede autorizzata con Atto Dirigenziale n. 2006/200/00016 del 26/01/06
Iscritta nel Registro Regionale delle strutture e servizi per minori P.67/BA con Atto dirigenziale n. 0095 del 07/04/06

I tempi di permanenza sono brevi, rispondono alle caratteristiche di urgenza di inserimento rispetto ad un intervento di tutela del minore, che nella maggior parte dei casi riguarda o minori stranieri non accompagnati o minori che vivono uno stato di problematicità all’interno del nucleo familiare.
L’attività propria della Comunità per minori italiani e/o stranieri consiste nell’erogazione di interventi che ruotano intorno alla vita quotidiana degli stessi con un unico distinguo che riguarda l’età anagrafica.

Pur essendo le attività del Centro diversificate ed individualizzate, sono garantiti alcuni "interventi tipo":

  • assistenza sanitaria con iscrizione alla medicina sanitaria generica,  visite mediche specialistiche;
  • adempimenti agli obblighi scolastici o ricerca di  percorsi alternativi al percorso formativo ordinario, attività di sostegno scolastico pomeridiano con gli operatori della Comunità;
  • presa in carico  psicologica concordata  con i servizi sociali di riferimento;
  • attività del tempo libero realizzate sia all’interno della Comunità che all’esterno, presso Centri Territoriali circoscrizionali e/o palestre sportive;
  • interventi mirati al reinserimento nel tessuto sociale e famigliare;
  • interventi continuativi di  sostegno, orientamento e gestione sia degli aspetti organizzativi che coinvolgono i minori, sia della gestione di stati emotivi;
  • rimpatri assistiti dei minori, in collaborazione con le ambasciate e con il Comitato Minori stranieri, sito in Roma;
  • collaborazione con le realtà istituzionali (Tribunale per i minori, Servizi Sociali territoriali, Consultori familiari, Questura della Polizia, e Forze dell’ordine in generale), con il mondo dell’associazionismo e del terzo settore, nonché con le altre realtà comunitarie.

Commenti: 0